Io non ho paura

parte uno.
(il che fa presagire una parte due, e forse tre, e non c’è da stare allegri)

Dopo il Marca e il Sigep pensavo di essermi fatto una cultura di cosa può essere non-pane.
Poi ho visto loro. Paura.

Sulle rete sta spopolando il pane di seitan. Anche detto seitan bread. Anche detto: il mappazzone (cit.)
Si tratta di una specie di focaccetta preparata con due degli ingredienti da noi più amati:
il glutine e il lievito di birra.

[qui ci voleva una bella foto di pane di seitan presa dal web, ma per evitare polemiche vi lascio qui il link di google images, dove potete farvi un’idea di cosa sto parlando]

Direte voi, il glutine fa parte della farina.
Ok, ma questa volta di usa “soltanto” il glutine. Niente farina, solo glutine. (sento già crampi intestinali).

Utilizzando un preparato per seitan in polvere facilmente recuperabile nei negozi di prodotti biologici,
composto da glutine puro di frumento (o altri cereali), e impastandolo con latte (per non farci mancare la nostra ulteriore dose di prodotti animali, ma sopratutto per dare qualche zucchero ai nostri lievitini), lievito compresso (alias, di birra) e sale, ecco in poche ore pronta una focaccina di colla pronta da gustare.
Ottima anche se avete finito le vostre chewing-gum allo xilitolo.

Pare che questo toccasana sia il must (assieme alla secchiata di crusca di avena con albume di prima mattina) per chi si diletta con la famigerata dieta Dukan. Per chi non lo sapesse, questa dieta, ideata dall’omonimo Monsieur Dukan, promette (e ci riesce, purtroppo) grossi dimagrimenti e perdite di peso chiedendo il sacrificio del nostro fegato, dei nostri reni e del nostro intestino.
Le choix est à vous.

Mi ha fatto molto ridere come l’hanno etichettata i miei amici di Dissapore:

il successo della Dukan è planetario e in gran parte dovuto alla possibilità di mangiare indefinite quantità di cibo durante l’arco della giornata senza soffrire la fame, purché siano solo proteine. Questo vale soprattutto nel primo periodo chiamato  attacco (di epatite o di nervi, fate voi). Una fase dove è concesso nutrirsi di proteine magre in quantità industriale, anche una sull’altra. Per esempio: se ci viene voglia di un petto di pollo ai ferri condito con yogurt, limone e senape, sale e spezie, avvolto nel prosciutto crudo, decorato con un uovo al tegamino spiaccicato sopra, con la Dukan si può. Non si vince Masterchef 2, ma si può.

Torniamo a nostri panini.
Dopo l’inorridimento generale ho scoperto schiere di persone che si esaltano come degli scolaretti per la buona riuscita di questo mappazzone (di nuovo, cit.) con esclamazioni del tipo: “si può fare!” (alla Frankestein Junior), oppure “sembra davvero pane!”.

E questo mi rilancia in mente una mia vecchia polemica sui cibi feticci, quelli che sembrano quello che non sono, dalle bistecche di soia o di seitan che vogliono sembrare carne, o dagli addensati di riso che vogliono sembrare mozzarella.
Nel senso, non vuoi mangiare (o non puoi) un certo alimento?. Beh, amico, c’è il mondo là fuori. E’ un po’ triste essere frustrati nel mangiare qualcosa che vuole apparire quello che non è.

Ora, ognuno è libero di fare quello che vuole, e di sicuro non ho la presunzione né la preparazione per dire a nessuno quello che deve fare con la sua pancia, ma se vi mettete in testa di seguire questa fantomatica dieta, beh, state attenti.

Ora io torno alla mia dieta della 4 P: pasta pizza pane patate.

Annunci

9 risposte a “Io non ho paura

  1. D'accordissimo anch'io! Chi non vuol mangiare carne che non la mangi serenamente però….Poi capita di ascoltare (al negozietto bio della mia città) una conversazione in cui una signora (fiera di non mangiare carne) ammetteva "eh si adesso hanno scoperto che sono allergica al glutine"…ma va????Spacciatrice alternativa di pm liquida 🙂

  2. Io sono vegetariana e mangio a volte il Seitan (prodotto di origine cinese) non perchè mi manca la carne anzi…se sento l'odore mi viene il voltastomaco 🙂 ma lo trovo buono, originale, non ha colesterolo, basta non esagerare perchè è un prodotto che tende ad acidificare il sangue (come la carne ma meno ovviamente).Ci sono prodotti migliori del seitan come il tofu o il tempeh, fatti con la soia.In ogni caso non vedo l'esigenza di fare il pane di seitan perchè il pane "normale" è assolutamente vegetariano e vagano, magari usiamo la farina integrale e stop!

  3. Il glutine attacca pesantemente il nostro intestino che fatica a digerirlo (pensate che viene usato anche come colla nell'industria) e pertanto meglio non esagerare con seitan, muscolo di grano o peggio ancora con questo mappazzone. La Dieta Dukan non ne parliamo poi, solo crusca pura (polipi intestinali e addio stomaco!) e proteine animali (poveri reni!), i risultati si ottengono ma a scapito della salute difficile da recuperare. Il pane deve essere pane e quello buono è con lievito madre e farine macinate a pietra!

  4. Bell'articolo!Che bella dieta che vai, sarebbe la mia dieta ideale, a patto che con il mio metabolismo supererei il quintale nel giro di 10 giorni… 🙂

  5. Penso che Riccardo, che acquista prodotti biologici, ne sappia qualcosa dei vari seitan ecc, e mi piace saperlo così obiettivo. In effetti noi occidentali abbiamo un'altra cultura del cibo, non che sia meglio o peggio di quella orientale, ma diversa ed io credo che il nostro corpo, nel corso dei secoli, si sia abituato ad un certo tipo di cibo. Va bene provare ed io sono anche così, tra l'altro mi piace ogni tanto il cibo orientale,ma non possiamo stravolgere le nostre abitudini, in nome di cosa, poi. Anch'io non capisco i surrogati, se non voglio o posso mangiare carne, in natura ci sono tanti altri cibi proteici, mah! Ha ragione Nonna Daniela, mangi meno, un po' controllato, ma di tutto e perdi peso e ne guadagni in salute.Finito il mio bla bla, vado a fare colazione con i biscotti Normali che ho fatto ieri.

  6. Ah, ah, che bell'articolo da trovare aprendo il pc la mattina… mi hai messo di buonumore! 🙂 Come sai sono vegetariana, molto tendente al vegan, però a differenza di molti vegan non sento l'esigenza di inserire se non veramente occasionalmente (parliamo di una volta ogni 2 mesi) il seitan… secondo me non assomiglia alla carne (e se ci assomigliasse non lo mangerei…) e come giustamente dici tu è un concentrato di glutine. Allo stesso modo con cui evito farine troppo raffinate, evito anche il seitan. Per fortuna questo pane di seitan non lo conoscevo… ma con tutti i buoni pani genuini con la miriade di cereali che la natura ci offre, occorre inventarsi ste cose? Buona giornata e buona dieta delle 4P!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...