L’equilibrio del pane

Pane. Forme diverse ma tutte armoniche. Colori caldi e gentili. Gesti che si ripetono. Mani che si tendono, profumi che si spandono.
E’ poesia.
Il successo delle cotture collettive è questo. Le amicizie che si creano, le chiacchiere, le persone che si incontrano, si conoscono e sembra che siano della stessa famiglia.
Le improvvisazioni.
Sabato scorso abbiamo cotto i nostri pani a pasta madre, improvvisato piccoli pani arabi che poi abbiamo condiviso con tutti i partecipanti e gli amici, preparato biscotti coi prodotti del Mercato della Terra che poi abbiamo cotto nel forno mentre si abbassava la temperatura.
Una festa.

Voglio approfittare di queste righe per organizzare tutti quelli che ci hanno aiutato e che hanno partecipato, ricordando che la prossima cottura è fissata per sabato 15 dicembre (con un sacco di altre sorprese!) e che qui trovate già il modulo per prenotarvi.

Ecco qui qualche…
foto dell’evento. Ringrazio la spacciatrice appassionata Claudia per le foto.

Annunci

6 risposte a “L’equilibrio del pane

  1. Proprio quello che cercavo, allora è possibile..gradirei sapere se in provincia di Verona esiste la possibilità di fare la cottura collettiva, sarebbe fantastico

  2. Ciao Cri, non sappiamo se in provincia di Verona si stiano già organizzando cotture collettive però puoi contattare i tuoi vicini spacciatori (reperendo i contatti dalla mappa) e provare ad organizzarne una insieme a loro, come abbiamo fatto e continuiamo a fare a Torino. La parte più complicata è trovare un forno comunitario ancora funzionante oppure in alternativa un locale dotato di forno disposto ad ospitarvi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...