Semi liberi

Sono iniziate il 2 ottobre, compleanno di Gandhi, e termineranno il 16 ottobre, giornata mondiale dell’alimentazione, le due settimane di azione per la libertà dei semi lanciate da Vandana Shiva. L’attivista e scienziata indiana nel suo video-appello che potere vedere qui sotto ci chiede di attivarci per rivendicare la libertà di conservare, utilizzare e scambiare sementi al di là dei limiti imposti dalle attuali leggi del mercato dei semi.


Tali leggi riservano lo scambio commerciale delle sementi alle sole varietà che siano state iscritte negli appositi registri nazionali. Le difficoltà nonché i costi di iscrizione ai registri rappresentano una barriera all’ingresso per le piccole realtà dedite alla riproduzione di varietà tradizionali, spesso tramandate da generazioni. I registri restano di fatto in mano alla sola industria sementiera che per ovvie ragioni commerciali seleziona per “adattamento ampio” – semi adatti a tutti i territori – e non per “adattamento specifico” – semi adatti ad un certo territorio.
Ciò…

unito alla concentrazione del mercato dei semi – 5 multinazionali controllano il 75% del mercato dei semi, dice l’appello di Vandana – rappresenta un serio pericolo alla salvaguardia della biodiversità. 
Un dato analogo è riportato da Salvatore Ceccarelli, genetista noto per i suoi programmi di selezione partecipativa condotti con piccoli agricoltori in Africa e Medio Oriente, che abbiamo avuto la fortuna di conoscere lo scorso settembre durante un seminario presso il CRAB di Luserna San Giovanni in Piemonte. Ceccarelli ci fà notare come “la diminuzione della biodiversità, i cambiamenti climatici e la fame nel mondo siano tre dei problemi globali più frequentemente dibattuti ma discussi separatamente anziché come aspetti diversi dello stesso problema. … Fin dagli albori dell’agricoltura i contadini hanno seminato, raccolto, conservato e scambiato semi modificando continuamente le proprie colture e favorendone l’adattamento a nuovi suoli, climi e usi durante le migrazioni (le vecchie varietà locali si sono formate in questo modo). Nel fare tutto ciò gli agricoltori hanno accumulato una quantità immensa di conoscenze, il cosiddetto sapere contadino”.   
Combinando scienza moderna con sapere contadino il miglioramento genetico partecipativo incoraggia l’uso delle vecchie varietà locali e dei progenitori selvatici che possono ancora contribuire con geni utili, consente alle colture di continuare ad evolversi nelle mani degli agricoltori e rappresenta quindi un metodo molto dinamico per adattare progressivamente le colture ai cambiamenti climatici e migliorare la qualità del cibo.” Ma tutto questo sarà possibile solo eliminando le barriere cui facevamo riferimento prima e restituendo piena libertà all’attività di riproduzione dei semi.

Per questo motivo accogliamo con entusiamo le iniziative in risposta all’appello di Vandana Shiva che si stanno moltiplicando in tutto il paese: domenica 7 a Bergamo, a Imperia, a Firenze, a Mogliano Veneto, a Torino, sono solo alcune per non dimenticare la giornata di semina collettiva in programma per domenica 14 ottobre e già annunciata sulle pagine della Comunità del Cibo.
Per chi volesse approfondire le ricerche di Ceccarelli consigliamo la lettura di questo articolo, da cui provengono i precedenti estratti, e la visione di queste slide
Annunci

3 risposte a “Semi liberi

  1. Con la Cooperativa Le Ali abbiamo organizzato presso Cà Shin per domenica 14 ottobre dalle 11.00 un piccolo scambio di semi. Lo scambio è aperto a tutti, portate i vostri semi!Cà Shin via Cavaioni 1 Bologna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...