[Posta l’impasto] La brioche-cappuccino di Antonella

Ritorna l’autunno, ritorna la voglia di coccolarsi con una colazione o una merenda speciale, morbida, golosa. E, a grande richiesta, ritornano i Posta l’impasto della nostra amica Antonella, la nostra specialista delle brioches…

Brioche dal delicato aroma di caffé e cioccolato che sintetizza brioche e cappuccino, adattamento mio da una ricetta francese che prevedeva il lievito di birra e niente uova.

Ricetta di un noto boulanger parigino, che però mi permetto di segnalare lo stesso perché intanto si tratta del mio adattamento per lievitazione naturale, poi perché il nobile autore, sulla rivista in cui l’ha pubblicata e sul sito della confederazione boulangerie, si è dimenticato un piccolo particolare… le uova, e solo dopo un lungo calvario di “prova e riprova” sono arrivata all’intuizione che dovevo aggiungerle io. Quindi ormai la ricetta non è più quella “firmata”, che si chiama Opéra viennois. La storia dell’errore la racconto sul mio sito, leggete per farvi due risate!


Ingredienti:
250 g. di farina di frumento tipo 0
12 g. di caffé macinato fine
6.5 g. di sale
30 g. di zucchero
3 uova
125 g. di lievito madre
125 g. di burro
100 g. di pepite di cioccolato al latte (messe per un po’ in frigo prima di utilizzarle), ma potete usare anche il cioccolato fondente, a piacere.

Vanno tutti gli ingredienti, tranne il burro, nella ciotola dell’impastatrice, che dovrà lavorare 5 minuti a velocità minima e 8 a velocità uno.  Due minuti prima della fine dell’impasto, aggiungete il burro e fate incordare: all’inizio la massa sarà molle e poi si staccherà da sé, come per magia, dalle pareti della ciotola. Aggiungete infine le pepite di cioccolato. Lasciate lievitare per mezz’ora, poi ponete l’impasto nello stampo e continuate la lievitazione per un’altra ora, o finché non ha raddoppiato il volume.
Prima d’infornare, si glassa la brioche con una “croustille”, che poi sarebbe una glassa alla mandorla tipo colomba. Per prepararla ci vogliono:

10 g. d’acqua
50 g. di mandorle tritate
50 g. di albume
30 g. di farina 
15 g. di zucchero

a cui io aggiungo una mandorla amara o qualche goccia d’essenza di mandorla. In alternativa, si può utilizzare una leggera glassa di zucchero, come nella foto (pura pigrizia…).

 L’Opéra Viennois deve cuocere a 200°C per 20-25 minuti circa, con la ciotolina d’acqua sul fondo. Controllate con la prova stecchino e, se possibile, fate raffreddare a faccia in giù. E poi, pronti col caffelatte…

Annunci

Una risposta a “[Posta l’impasto] La brioche-cappuccino di Antonella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...