In rete tra panificatori e consumatori, una domenica di festa

Uno degli obiettivi della nostra Comunità del Cibo è sempre stato quello di fare da ponte tra consumatori e panificatori, tra consumatori e mulini. Molto spesso infatti assistiamo a un muro comunicativo tra queste parti, con noi “clienti”, ultimi protagonisti della filiera, costretti a subire ciò che i panificatori ci vendono come pane e i panificatori, a loro volta, spesso costretti a abboccare alle promesse di prestazioni e di fatturato che gli fanni i molini.

E così questa catena, che avrebbe tutte le caratteristiche per essere virtuosa e per stimolare uno sviluppo positivo e creativo per tutti i protagonisti della filiera del pane e del cereale (sena dimenticare chi i cereali li coltiva, il contadino), diventa invece un peso, un vortice deprimente in cui ci affossiamo da decenni e che, forse, ha contribuito al nascere di alcuni dei problemi sociali e nutrizionali del nostro tempo, dalle intolleranze ai problemi nel digerire e assimilare certi tipi di prodotti da forno alla più classica obesità della nostra civiltà.

Nello stesso tempo, questa criticità ha fatto nascere, o meglio rinascere, fenici da tempo sopite, come
l’amore per il buon pane, per la panificazione fatta per bene, con pasta madre e con attenta selezione delle materie prime.
Il consumatore ora è fiero del suo essere consapevole, del suo sperimentare, del suo crescere giorno dopo giorno nella conoscenza di ciò che è buono e ciò che non lo è. E l’autoproduzione è una delle migliori palestre.
Ma quello che ho sempre sostenuto è che l’autarchia e il fondamentalismo non sempre è la migliore risposta. Quasi mai.
Siamo attori di un sistema grande e complesso. E in questo sistema dobbiamo collaborare, non criticare nè rinchiuderci nel nostro paradiso di velluto.
Quindi, ben venga incontrare panificatori, mugnai, e tutti coloro con cui poter avere uno scambio costruttivo volto a condividere le proprie idee, passioni e conoscenze.

Con questo spirito partecipiamo all’evento Comunipane, organizzato per la prossima domenica 17 Giugno presso la sede di Molino Quaglia, a Vighizzolo d’Este (Padova). Sarà un’occasione per condividere le nostre idee con gli stessi proprietari del molino, con tutti i panificatori professionisti che saranno invitati e con tutti i consumatori che vorranno passare una bella (si spera che il tempo ci assista) domenica di festa.
L’evento infatti sarà aperto al pubblico e anche la Comunità del Cibo avrà il suo bello stand dove spacceremo, come sempre gratuitamente, il nostro amato lievito madre.

Nel pomeriggio, inoltre, i locali del vecchio mulino ospiteranno un importante dibattito (dove anche io sarò relatore) sul tema “Il mercato del Pane”: che cosa vogliono i consumatori dai panificatori? Questa domanda ritorna perfettamente in linea con quanto detto prima: ritengo che uno dei nostri ruoli sia quello di fare da ponte tra consumatori e produttori di pane e di farine…quindi, partecipiamo e diciamo la nostra!

IMPORTANTE: per il nostro banchetto di spaccio avremo bisogno di volontari pronti a dare una mano (ma sopratutto di divertirsi) preparando le dosi da pasta madre da regalare a tutti coloro che ne faranno richiesta e dispensando consigli a destra e a manca. Forse qualcuno di voi avrà già letto di una mia chiamata alle armi sulla nostra pagina facebook, ma direi che per comodità possiamo utilizzare i commenti a questo post per contarci. Se ci siete per dare una mano commentate qui sotto, magari fornendo qualche dettaglio per essere ricontattati.

Un’ultima cosa. Il dibattito pomeridiano è a invito. Saranno invitati i più importanti panificatori, blogger e giornalisti del settore. Qualche posticino è riservato anche per noi “spacciatori”. Ho bisogno però di sapere chi vorrebbe partecipare entro breve, direi di dare la precedenza a chi quel giorno darà una mano al nostro banchetto. Se volete partecipare candidatevi sempre commentando questo post.

Annunci

17 risposte a “In rete tra panificatori e consumatori, una domenica di festa

  1. Sono diventata spacciatrice da poco, mi piacerebbe darvi una mano al banchetto, fatemi sapere come siete organizzati o chi devo contattare per prendere accordi su orari e tempistiche.Ciao a Domenica 🙂

  2. Ciao, che bello questo blog! Ti scrivo qui anche se sono fuori tema, ti dispiace?Non conosco nessuno che abbia mai usato la p.m., a parte me, e dunque faccio tutto un po' ad intuito e un po' in base a quello che leggo in giro.Ma ho una domanda che mi tormenta!Ho fatto la mia prima pm partendo da farina integrale e acqua, lasciate fermentare per 3 giorni. E' migliorata col tempo e l'ho usata per un anno. Ma non mi ha fatto MAI raddoppiare di volume l'impasto!Uso quasi soltanto farine integrali, può essere quello il motivo? Lascio lievitare diverse ore la pagnottona intera, poi impasto nuovamente e ne faccio 2 sfilatini, che lievitano altre 2 ore circa.Il pane si gonfia solo nel forno!Ma è normale?Ciao e grazie per l'attenzioneRachele

  3. Ciao,sicuramente l'impasto in pagnotte deve lievitare, anche se non raddoppiare, già prima di essere infornato…poi le farine integrali danno prestazioni diverse, data la bassa presenza di glutine, e quindi è più difficile ottenere pani molto gonfi…Continua a leggerci e a tenerci aggiornati sui tuoi esperimenti.

  4. Ciao Ragazzi,sono un appassionato di pasta madre ma più per il mio palato, principalmente un Foodblogger mi piacerebbe capire come prendere parte al vostro evento e presenziare al dibattito pomeridiano.Ciao Guerino

  5. Ciao Riccardo, penso di arrivare tra le 10:30 e le 11, e esserci fino ad ora di pranzo (intorno all'una) per il banchetto. Poi scorrazzerò con il mio accompagnatore e darò un'occhiata in giro. A domenica ^___^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...