[Posta l’impasto] Il pane del Senatore Cappelli del nostro amico Riccardo

Di grani antichi e moderni parliamo spesso sulle nostre pagine… oggi una ricetta che fa uso proprio di una varietà antica di grano duro. Ecco come Riccardo ha esaltato al meglio le caratteristiche del Senatore Cappelli….

Era da tanto tempo che volevo cimentarmi con questa ricetta, contenente il meraviglioso grano Senatore Cappelli, ma avevo anche timore che venisse un pane poco lievitato, acido ecc., ma alla fine mi sono risolto e l’ho fatto!
Veniamo alla ricetta.

Ingredienti:

150 gr. di pasta madre rinfrescata tutto punto (la mia è vecchia 150 anni)
500 gr. di semola rimacinata Senatore Cappelli
100 gr. di farina “00” bio
350 gr di acqua (io ho usato la minerale non gassata perché avevo i tubi sporchi)
1 cucchiaino di malto d’orzo
1 cucchiaio raso di sale
1 cucchiaio pieno di olio evo

Preparazione:

La mattina alle 12,00 ho sciolto bene la p.m. con 350 gr. di acqua tiepida assieme ad un cucchiaino di malto e l’olio, ho poi aggiunto gradualmente le due farine, in ultimo il sale. Ho impastato con l’impastatrice a minima velocità con la foglia per 5 minuti. Successivamente per 7 minuti col gancio fino a che la pasta non fa il ‘nervo’.
Ho lasciato riposare la palla al con panno umido, non a conttatto per circa un ora. A questo punto ho capovolto sulla spianatoia l’impasto e l’ho premuto dolcemente con il palmo delle mani, sino  a farne un cerchio. Ho fatto le pieghe cominciando piegando un lembo sulla metà del cerchio e poi l’altro lembo in ugual modo; poi ho arrotolato dal lembo più corto e ne ho fatto la forma a ‘palla’. Ho coperto con panno umido ma strizzatissimo e lasciato lievitare per 4 ore.

A questo punto era quasi raddoppiato: ho fatto un taglio a croce profondo circa 1 cm. L’ho lasciato ancora coperto e portato il forno ‘modificato con pietra refrattaria’ a 250 ° c; nel frattempo era passata un altra ora ed ho infornato. Dopo dieci minuti ho abbassato a 220° e dopo altri 10 ancora a 200° per gli ultimi 35 minuti. Non ho mai umidificato il forno.
Una volta levato dal forno messo su una gratella a raffreddare per 18 ore, poi il taglio e l’assaggio.
Vi dico solo: provatelo! Io un pane con un sapore così non l’ho mai sentito. 🙂

P.s. Un ringraziamento particolare al mio ‘spacciatore’ Antonio Blasco Bonito di Marina di Carrara donatore della mia attuale p.m.

Annunci

6 risposte a “[Posta l’impasto] Il pane del Senatore Cappelli del nostro amico Riccardo

  1. Farina 00 sì, ma bio e in piccola proporzione! a me piace il pane di frumento ma in anni di panificazione ho sperimentato varie combinazioni di farine, praticamente irripetibili perché impasto usando "l'occhiometro", strumento di misura che ognuno tara da sé. Un po' di leggerezza non guasta, anzi permette di allargare il giro dei commensali e di conquistare i palati dei diffidenti.L'aspetto è molto invitante, mi fa pensare ad una merenda sotto un pergolato…

  2. Bello l'occhiometro 🙂 Penso sia uno strumento di misura molto affidabile e che deve essere sempre più diffuso.E' l'esperienza infatti che ci fa capire come migliorare o sistemare un impasto…perchè, come sapete (o come dovete sapere) le farine sono tutte diverse.Personalmente condivido le perplessità sulle farine 00. Non mi piace mai chi fa demagogia o terrorismi ma il mio consiglio è comunque di usare farine meno raffinate (anche una semintegrale va bene) macinate a pietra.Il pane viene buono lo stesso, tranquilli! 🙂

  3. Io lo faccio sempre questo pane (anche con semola cappelli integrale), ormai uso solo grani antichi. Sia per pane che per focacce "taglio" la semola con farina Tipo 2 Gentil Rosso, ho smesso di utilizzare farine tipo 0, al massimo al tipo 1 (sempre Gentil Rosso) per i dolci. Ad ogni modo parlare di bio per una farina raffinata non ha senso dato che i nutrienti ormai non esistono più. Ovviamente è il mio punto di vista!

  4. Quoto in pieno, tutto quello detto dai detrattori delle farine "0" e "00", il mio è stato eccesso di 'zelo', nella paura che mi venisse troppo basso etc. Nelle panificazioni successive ho usato solo senator Cappelli…. la sperimentazione continua.Grazie a tutte e tutti per gli interventi.Riccardo Corrieri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...