[Posta l’impasto] La brioche Nanterre di Antonella

Rieccoci in compagnia della panificatrice e sperimentatrice Antonella, che dopo averci deliziato con due ricette golosissime di dolci a pasta madre (i craquelins e la brioche bulgara), replica con questa brioche morbidissima…da provare subito, per iniziare la settimana in tutta dolcezza!
Anche questa è una mia conversione per estimatori della pasta madre!
Attenti agli orari: se non li calcolate bene, qui si tratta di stare alle due di notte appresso alla brioche. Va bé che poi scoprirete che ne valeva la pena, ma a tutto c’è un limite.
E dunque….

Ingredienti:

290 g. di farina 0
30 g. di latte
120 g. di burro morbido
50 g. di zucchero
6 g. di sale
65 g. di lievito madre ben attivo
3 uova
vaniglia
acqua di fiori d’arancio

Impastare gli ingredienti, tranne il burro e il sale, per 10 minuti alla velocità minima dell’impastatrice con frusta normale. Poi aggiungete il lievito madre e proseguite la lavorazione, seguito da sale e burro; inserite la frusta a gancio e lasciate andare per almeno 20 minuti. L’impasto, come sempre, dovrà staccarsi dalla ciotola formando da sé una palla e rispondere alla “prova velo” che vi farà verificare se è ben incordato ed elastico.
Lasciamolo ai fatti suoi per 1 ora e mezza o 2. Poi stacchiamolo, ridiamogli la forma e mettiamolo in frigo fino a nuovo ordine, il che vuol dire almeno 6 ore, ma anche tutta la notte. La maturazione darà un risultato più aromatico e facile da modellare.
Dopo il riposo, suo e vostro, tirate fuori la pasta e lasciatela stare ancora un quarto d’ora a temperatura ambiente, poi porzionatela in palline e mettetele a due a due in uno stampo da brioche, in un solo strato, alternandole. Coprite con pellicola e lasciate lievitare fino a che la massa non triplica di volume raggiungendo e superando il bordo. A quel punto, e solo a quel punto, via in forno a 200°C per circa mezz’ora. Osservare come lievita in cottura è uno spettacolo.

Annunci

9 risposte a “[Posta l’impasto] La brioche Nanterre di Antonella

  1. le mia papille gustative hanno inondato la bocca al solo leggere questa ricetta. Solo una domanda da neofita: per preparazioni dolci può essere utilizzato lo stesso identico LM che si usa per le preparazioni salate?

  2. da fare subito!!! fantastico aspetto, pochi zuccheri…è mio!!!ho un solo dubbio…no…una curiosita'…visto che poi inficiera' probabilmente solo sul look finale ma….cito dal testo…"porzionatela in palline e mettetele a due a due in uno stampo da brioche, in un solo strato, ALTERNANDOLE"mi sono arrovellata ma…niente…non ci arrivo. non ho mica capito come le alterni tu…se è un unico strato fatto di palline a due a due. 😦

  3. ciao, eccomi qua! @marzia: guarda, in fondo potresti metterle proprio come pare a te, l'importante è che non le sovrapponga perché la brioche si gonfia molto. il sistema che dicevo io era: fai due file di palline sul fondo dello stampo, che non siano una accanto all'altra ma tipo a zigzag!@boldodan:devo confessare che io le palline non le peso… troppo pigra! vado a dimensione, che è quella di un uovo, considera che utilizzo tutta la pasta in uno stampo da plumcake da 22 cm.saluti!antonella

  4. Quindi Antonella, per capirci utilizzi una disposizione tipo questa (vista dall'alto): [o o o o ] [ o o o o]Due file orizzontali di palline disposte a zig zag non sovrapposte fra di loro. Corretto?

  5. Meraviglioso, non ci sono parole. L'ho provato:è cresciuto incredibilmente,quasi sembrava volesse esplodere,a partire dal suo aspetto per finire con il suo sapore non ci sono aggettivi adatti per descriverlo.Non parliamo poi del profumo che inebria la casa, il gusto,la sua morbidezza.Il mio piccolo di 1 anno e mezzo lo mangia spalmato di marmellata di arance. Grazie per avere condiviso con noi la tua ricetta.

  6. Ricetta provata, risultato buono anche se la preparazione è un pò troppo laboriosa e ricca per il risultato finale. >Alla mia sorellina è piaciuta comunque tanto…

  7. Ciao, io l'ho sfornata proprio stasera….davvero buonissima!!!! Anche il mio bimbo (1 anno domenica) l'ha gradita molto! Una curiosità: quanto tempo l'hai lasciata lievitare? Grazie Rosalia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...