[Posta l’impasto] La brioche bulgara di Antonella

Di nuovo un salto nel dolce con le creazioni della nostra amica Antonella, che ci aveva già regalato questi stupendi craquelins.
La giornata comincia in maniera diversa, assaporando questa morbida e profumatissima brioche…

Non so perché si chiami bulgara, ma così è nota. E`molto diffusa sui blog francesi, ma la  prevede sempre lievito di birra. Questa è la versione con lievito madre… mia, infatti sul mio blog l’ho tradotta anche in francese nel caso che ci fossero in giro altri fanatici della fermentation maison interessati a provare.

Bisogna dire che mi soddisfa meno di altre brioches, perché si conserva meno a lungo e ha una lavorazione più complessa, però è buona, merita. La versione originale si fa a “girasole” in uno stampo rotondo, questa è fatta con metà dose. Per lo stampo grande, raddoppiate.

Ingredienti:
210 g. di farina 00
80 g. di latte tiepido
25 g. di burro fuso
1 uovo
3 cucchiai di zucchero
1/2 cucchiaino di sale
vaniglia
qualche goccia di acqua fior d’arancio
60 g. di lievito madre rinfrescato la sera prima
Impastare tutti gli ingredienti partendo da farina e latte e lasciando per ultimo il burro; lavorare con l’impastatrice 5 minuti al minimo e 10 minuti a velocità 1, curando l’incordatura. Lasciare raddoppiare di volume: sono circa 6 ore, al termine delle quali divideremo l’impasto in 8 palline uguali. Ciascuna pallina va spianata per benino in un disco sottile: se l’impasto è fatto a regola, non si rompe (funziona con lo stesso meccanismo della prova-velo). Sovrapporre 4 dischi per volta, spennellandoli di burro fuso e spolverando se si vuole con zucchero vanigliato (capiti ora i puntini neri della seconda foto?). Otterremo due “pile” da arrotolare ciascuna a salsiccia. Tagliare in triangoli ogni rotolo, più o meno come nella torta di rose, e sistemarli nello stampo. Sono piccoli, ma se avrete pazienza – ancora 4 ore circa – triplicheranno il loro volume. Cuocete la brioche in forno caldo a 180°C  per circa mezz’ora e spolverate di zucchero a velo. Al riparo dall’aria si conserva benissimo per due giorni, recupera il massimo della sofficità se riscaldata leggermente.
Annunci

5 risposte a “[Posta l’impasto] La brioche bulgara di Antonella

  1. In questo link trovi cosa si intende per tagliare a triangoli un rotolo. E' più facile a farsi che a dirsi. Spero di esserti stata utile.Francahttp://saveursdailleurs.over-blog.com/article-pain-bulgare-le-tournesol-un-regal-84211108.html

  2. Fatta,rifatta,bellissima e buonissima !Ho fatto la versione a "girasole"con dose doppia e teglia tonda a ciambella.A casa mia la vorrebbero tutte le mattine e devo dire che organizzandosi si può fare….Grazie della ricetta!!!!Marcella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...