La colomba, atto finale

Avevamo lasciato le nostre colombe ieri notte, a riposare dopo averle formate nei nostri stampi. Vi ricordate?

ultima lievitazione negli stampi: l’inizio

Ora non dovete fare altro che aspettare e vegliare i vostri impasti con pazienza e senza fretta finchè non avranno raggiunto la corretta lievitazione e saranno pronti per essere infornati.

Il classico errore in questi casi è quello di non avere pazienza, o magari essere delusi dalle prestazioni “levitatorie” del nostro lievito, e quindi di infornare troppo presto. Abbiate pazienza: se avete impastato bene e avete usate le farine giuste (questo il mio errore: farine troppo deboli che non sostengono lunghe lievitazioni) andrà tutto bene.

Quanto tempo aspettare?


In linea di massima dalle 14 alle 18 ore a 25 °C circa, ma tenete naturalmente questi dati come indicativi e fidatevi dei vostri sensi e della vostra esperienza.

dopo 15 ore.

Ecco, quasi ci siamo.

Potete intanto preparare, se volete, la crostella (o glassa).
Se volete avere la classica colomba, procuratevi un albume, mandorle (intere e in farina), zucchero a velo e amido di mais.

Fate a occhio: aggiungete piano piano all’albume la farina di mandorle, lo zucchero a velo e l’amido di mais, a vostro piacimento, continuando a mescolare finchè non avrete ottenuto un composto denso ma spalmabile.

Spalmate ora la glassa sulla superficie delle colombe (meglio se con una sacca da pasticcere per evitare di schiacciare troppo l’impasto) e infornate a 165-170 °C (forno statico) per 30 minuti per colombe da 500 grammi circa.

Annunci

43 risposte a “La colomba, atto finale

  1. Ciao, molto chiaro, sto provando questa ricetta, ho solo due domande: con quanto zucchero normale posso sostituire 100 g di sciroppo d'agave? Seconda domanda con queste dosi quanti stampini per colomba da 500 g occorrono? Grazie mille

  2. Ciao,con 100 g di zucchero, aumentando un pochino la quantità di liquido.Per l'impasto totale direi che 3 stampi da 500 g vanno bene…

  3. Ciao vorrei provare anch'io a usare questa ricetta, all'inizio dicevi che si puo sostituie l'olio con il burro. Violevo sapere come regolarmi per le quantità. Grazie Sonia

  4. ciao sono al secondo giro il primo riuscito così così ma divorate!ora sto facendo ultimo impasto l'altra volta da 250 gr di farina (200 0+50 riso)avrò messo quasi 700 era troppo liquido,cosa mi dite?ora cercherò di farlo + morbido possibile!voi vi trovate con le dosi?

  5. bella ricetta voglio provare a farla. una domanda ma è meglio usare l'olio d'oliva o quello di semi?generalmente per i dolci uso sempre quello di semi, perchè ha un sapore più delicato. ho fatto, però, una colomba con un'altra ricetta, sostituendo il burro con l'olio di semi di girasole ed un vasetto di yogurt: è venuta buona, ma forse un po' poco saporita. può dipendere dall'olio?grazie mille daniela

  6. Ciao,a noi era venuta buona con queste dosi! Può dipendere senza dubbio dal tipo di farina che hai usato…E comunque l'impasto deve rimanere davvero molto morbido, quindi 700 invece di 250 mi sembrano davvero troppi!

  7. Ciao,noi di solito usiamo l'olio extravergine d'oliva anche per i lievitati dolci. E' essenzialmente una questione di gusto…se scegli un olio delicato, anche se non ti piace il sapore, da' risultati paragonabili a quello di semi.Lo yogurt serve a dare consistenza diminuendo i grassi, ma con il rischio che il risultato sia un po' gommoso."Poco saporita": il sapore e l'aroma che da' il burro ai lievitati dolci non ha comunque paragone 🙂

  8. grazie chiara ma con una quantità di 250 di farina su 260 di liquidi tra acqua agave e olio senza contare le uova lo posso anche far così ma lo metto direttamente sullo stampo e si livella da solo proverò così…..le pagnottine proprio è impossibile farle se vuoi ti lascio la mia mail e mi mandi un po di foto su come è il tuo impasto gigliola@alice.it

  9. Ciao,le foto del nostro impasto sono quelle che vedi sul sito…quest'anno ancora non ci siamo messi all'opera!Molto dipende dalla capacità di assorbire i liquidi della farina che stai usando….

  10. Ciao!Ho una PM nata il 14 Marzo 2013. Oggi ho effettuato il 2° rinfresco e vedo che la mia "neonata", dopo 4 ore, ha già raddoppiato il suo volume. Volevo chiedervi se potrò già usarla per cimentarmi nella preparazione della colomba pasquale (in pratica avrebbe 2 settimane di vita)! Grazie Giulia

  11. Ciao,tentar non nuoce….se ti senti così coraggiosa, fallo! Mi raccomando, vai di rinfreschi molto ravvicinati nei giorni precedenti…

  12. Le tre colombe, che dovrei fare con questa ricetta, si devono cuocere separatamente, cioè una alla volta?Con il sogno sono già arrivata alla cottura… in realtà non ho neanche l'impastatrice, solo il Bimby, ma ci proverò…GrazieLucia

  13. Grazie per il consiglio. Ma con una pasta così giovane, non rischio di avere un risultato deludente? Ho pensato di cominciare a preparare gli impasti della colomba il giovedì santo. Secondo te basta fare i rinfreschi da lunedì ogni giorno? poi da giovedì procedo come secondo ricetta con 2 rinfreschi con legatura. Può andare bene?Ciao Giulia

  14. Ciao,per una cottura ottimale l'ideale sarebbe una alla volta.Puoi sempre mediare con due infornate, una da una e una da due colombe.Facci sapere!

  15. Ciao,sicuramente con una pm giovane il rischio di avere un risultato un po' deludente è più alto, ma se uno vuole provare, perchè non farlo!Io farei rinfreschi ogni giorno da lunedì, tenendo già la pasta madre legata, come vedi nel post iniziale della ricetta della colomba…così la rafforzi un pochino.

  16. Scusami Chiara, un'ultima domanda: se, solo per questa volta mi facessi dare la pasta madre dal mio fornaio (per evitare che con la mia pasta giovane butti ingredienti e tutto…) devo comunque seguire tutti i procedimenti come da ricetta legature comprese o posso iniziare subito dal giorno 2 -mattina presto?Grazie Giulia

  17. Ciao,è una scelta che devi fare tu. Sicuramente con la pm del fornaio sei un po' più sicura del risultato e di non buttare ingredienti.Le legature male non fanno, ma dipende tutto dalla forza del lievito che usi….se il tuo fornaio lo rinfresca un paio di volte al giorno, con farine forti, dovrebbe già essere pronto.

  18. Grazie infinite sono andata a sbirciare in questo sito che non conoscevo ed ho trovato un sacco di cose vegan buonissime ed interessanti. Sono appassionata di venganblog e di solito prendo sempre spunto da lì ma anche questo mi sembra carinissimo grazie

  19. Ciao a tutti, volevo una delucidazione: quando il secondo giorno formo le colombe e le metto in forno a lievitare, da quando conto 14-18ore?ci comprendo la notte o parto dalla mattina?grazie mille!!

  20. Aiutoooo!!!!! Ciao Chiara! alla fine ho deciso di prendere la pasta madre dal mio fornaio dato che la mia era troppo giovane. Mi ha detto che non era necessario rinfrescarla e di procedere subito alla preparazione degli impasti. Ho unito i primi ingredienti come da vostra tabella e sto tenendo in forno da stamani alle 8 x 16 h ca. Sono passate già 7 ore ma l'impasto non si è mosso da lì! E' bello morbido ma sembra non fermentare. Ho anche acceso la luce del forno x dargli più calore. C'è il rischio che l'impasto non decolli?grazie Giulia

  21. anche io mi sono trovata nella stessa situazione – molto liquido – per riuscire a gestirlo ho aggiunto quasi altri 500 gr di farina 0 – anche con la cottura ho avuto un problema a 35 min a 170 erano ancora da cuocere – BHO! sto davanti al forno ad aspettare

  22. Avete perfettamente ragione!!! L'impasto nelle ultime ore ha preso un'accelerazione pazzesca! adesso sta lievitando da ieri sera nello stampo ed è uno spettacolo…ha già raggiunto il livello dello stampo e mancano ancora 4h ca alle fatidiche 14h di attesa!Vi ringrazio tantissimo per questo blog, per le utilissime ricette e per i vostri preziosi consigli!Adesso non rimane altro che sperare che anche il gusto sia al top!Ciao a tutti!

  23. Ciao Chiara! Ho seguito alla lettera tutto il vostro procedimento! Tutto bene, una lievitazione stupenda…fin quando ho dovuto toglierla dal forno dove stava lievitando per metterci la glassa. Spostandola, sia lo stampo che l'impasto erano morbidi, ha subito collassato al centro, per non parlare poi quando ho dovuto riprenderla in mano per metterla in forno a cuocere! Dove posso aver sbagliato? Come avrei potuto fare a spostarla senza farla collassare?Il risultato è che sembra ben cotta ma schiacciata al centro! Ci sono rimasta trooooppo male!Grazie e Buona Pasqua ciao Giulia

  24. Ciao Chiara!Ho seguito la tua ricetta alla lettera, ho solo sostituito lo sciroppo d'agave con 100 gr di zucchero, come avevi suggerito tu, ma purtroppo le mie colombe sono venute un disastro! Sinceramente non è la prima volta che faccio la colomba pasquale con la pasta madre e devo dire che questa ricetta non mi sembra proprio perfetta. C'è qualcosa che non funziona, soprattutto nelle proporzioni tra ingredienti liquidi e farina! Mi sono ritrovata ieri sera con un impasto liquido, ma così liquido che nemmeno con la planetaria a velocità 3 c'era verso di incordarlo!! Sono stata costretta ad aggiungere altra farina, compromettendo il gusto finale! La lievitazione è stata perfetta, per carità, il volume delle colombe è triplicato, ma il gusto?? Pessimo! Sembrano fatte di pane sciapo! Domani farò una figura pessima a pranzo! Ciao,Cristina.

  25. Forse (forse) potrebbero essere le uova. Bisognerebbe pesarle, ovviamente sgusciate. Un uovo "normale" è più grande di uno biologico. E anche tra uova biologiche ci possono essere notevoli differenze, lo vedo acquistandole. Anche io ho dovuto aggiungere un po' di farina, ma non certo così tanta! 😉

  26. Ciao, ho seguito la ricetta come da voi descritta, ed effettivamente anche io ho riscontrato la problematica liquidi e farina,ma incredibilmente il risultato finale è stato eccellente.Lievitazione pazzesca, ha pure strabordato l'impasto.E' stato veramente emozionante seguire la crescita delle creature.Sono veramente soddisfatta. Grazie molte. S.

  27. Ciao,capisco. A noi è capitata una cosa simile con il panettone.Sono estremamente delicati e non andrebbero mossi verso la fine della lievitazione.Un consiglio potrebbe essere quello di mettere la glassa con delicatezza non proprio appena prima di infornare, in modo da dare tempo alla colomba di assestarsi e lievitare ancora un po'.Ovviamente spostala sempre con tutta la teglia o la griglia, cercando di non toccare stampo e impasto.

  28. Ciao,nessuna delle nostre ricette ha la pretesa di essere perfetta. Sono solo ricette da noi sperimentate e qui pubblicate.Detto questo, come tu ben sai se già hai un po' di esperienza con la pm, la riuscita o meno di questa ricetta (e di tutte) dipende da variabili infinite: prima tra tutte il tipo do farina utilizzata (e la sua capacità di assorbire i liquidi), poi la capacità o meno di incordare l'impasto (l'impastatrice è sempre meglio usarla a velocità 1), la grandezza delle uova utilizzata, l'idratazione della pasta madre, ecc.Pertanto i fallimenti totali o parziali vanno presi con un sorriso…e se la colomba sembra pane sciapo, perchè non farci una bella zuppa inglese, così i tuoi ospiti saranno contenti?

  29. Ciao,sicuramente la uova fanno un po' di differenza. Ma anche la farina che si utilizza…la capacità di assorbire liquidi cambia davvero tanto da una all'altra, per questo ci sono stati un po' di problemi.

  30. Grazie Chiara!la prossima volta farò così perché CI SARA' una prossima volta. Anche se un po' schiacciata al centro, la cottura e il sapore erano ottimi!!! Un'unica variante da me apportata, dato che non ci piacciono né uvetta né canditi, è che all'interno dell'impasto ho messo delle gocce di cioccolato fondente e altre mandorle! Davvero un'ottima ricetta.grazie ancora Giulia

  31. Mia figlia, una pulce di 14 mesi per la quale ho scelto un'alimentazione vegetariana (quasi vegana a dire il vero) e senza zuccheri aggiunti, ha assaggiato la colomba questa pasqua (colpa degli zii) ed è letteralmente impazzita per questo dolce che in casa non piace a nessuno. Mi sono decisa a preparargliela e così eccomi qui a seguire i vostri consigli.Grazie!Stefania

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...