[Posta l’impasto] Ciambelle di Carnevale di Giulietta

Non mi stancherò mai di ripetere quanto bella sia la sensazione di coinvolgere nel mondo della pasta madre persone legate, per storia, tradizione, comodità o pigrizia, all’utilizzo del classico panetto di lievito di birra.

Un conto è infatti chi è già di per sè stimolato, chi ha letto, cercato sul web, e si approccia a questo mondo con interesse, curiosità e voglia di provare.
Sono coloro che mi contattano (ci contattano) via mail ogni giorno per avere un po’ di pasta madre, o che affollano i nostri Pasta Madre Day in giro per l’Italia.

Poi ci sono quelli che inizialmente ti guardano come un alieno, che pensano che tu sia “sciroccato” nel dover pianificare almeno 24 ore prima una serata pizza-fatta-in-casa neanche fossi un ingegnere logistico (sic!) mentre potresti impastare alla velocità della luce appena tornato a casa dal lavoro e avere la pizza pronta in tavola alle 20.

Ma poi, come una tortura, una goccia cinese, cominci a far loro assaggiare pani con la pasta madre, e a dire “dai, prova, è facile”, finchè poi si convincono.
Provano, e nel 99% dei casi sono nel tunnel.

Così è stato anche per mia madre, la Giulietta di questo “Posta l’Impasto” (e di altri che trovate nell’indice delle ricette), che ora, dopo ormai più di un anno di panificazione settimanale con pasta madre, sto convincendo a passare alla fase 2: dal pane ai panificati.

Con questa ricetta voglio augurare a tutti voi un Buon Carnevale, buona lettura.

p.s. Per chi è più interessato agli aspetti tecnici, noterete che questa ricetta è abbastanza simile alla mia pubblicata venerdì scorso,  se non per la farina utilizzata. Dalla mia parte integrale, questa volta 00. Ora, la fase 3 sarà convincere mia mamma a non utilizzare più farina 00, ma ci vuole tempo. Notate però da questa ricetta la differenza di assorbimento dell’acqua (latte) tra le due farine: nel mio caso erano serviti 250 g. di latte, stavolta solo 150 g.
La farina 00, infatti, è farina debole e con poco glutine, per questo l’impasto assorbe meno acqua.

Questa domenica, sentendomi ispirata e non potendo uscire di casa, mi sono dedicata alla mia pasta madre che riposava in frigo da piu di una settimana.
Più che altro rimbombava nelle mie orecchie l’ultima sgridata da parte di un grande panificatore: “Hai fatto le ciambelline con il lievito di birra? Non me lo aspettavo da te, troppo comodo così, è con la pasta madre che si vede se sei veramente brava a farle!”
Quindi ero pronta a dimostrare a me stessa e a “lui”, che ero in grado di cavarmela anche con la pasta madre.
Sabato sera ho rinfrescato come al solito la p.m., stamattina l’ho tirata fuori bella come il sole e ho incominciato ad impastare tutti gli ingredienti necessari, ho coperto come al solito e fatto riposare per 6 ore.
Il mio impasto cosi bello raddoppiato l’ho steso con un mattarellino, circa mezzo cm di altezza, ho fatto dei tondi con uno stampo da tigelle, ho fatto un buco al centro con un altro piccolo stampino, ho coperto e lasciato riposare ancora un paio di orette. (vedi foto)
Infine ho fritto le ciambelle belle gonfiate dalla seconda lievitazione, poi per rifinire il tutto ho cosparso di zucchero vanigliato.

INGREDIENTI:

150 gr di pasta madre rinfrescata
150 gr di latte
50 gr di burro
1 uovo
1 cucchiaio di zucchero vanigliato
450 gr di farina 00 BIO

Annunci

2 risposte a “[Posta l’impasto] Ciambelle di Carnevale di Giulietta

  1. Che bella ricetta e che bel blog, davvero interessante, complimenti!Io sono nuova nel mondo della pasta madre, ho voluto provare a farla da me e al secondo tentativo ci sono riuscita e ne sono molto orgogliosa. Adesso è dall'1 febbraio che sta in frigo e la rinfresco ogni 5/6 giorni, come posso sapere quando potrò usarla per panificare? Ho letto che ci vogliono anche 2 mesi prima di avere una pasta madre come si deve.Farei molto volentieri questa ricetta, ma forse è ancora presto?Quale ricetta è consigliabile come primo esperimento con la pasta madre? Considerando anche che al mattino lavoro e quindi non potrei fare reimpasti tra le 8 e le 12?grazie

  2. secondo me puoi provare a fare la ricetta , è semplice ,figurati,se ce l'ho fatta io …..ti consiglio di impastare al mattino prima di uscire per andare al lavoro, cosi nel pomeriggio la rimpasti e dai forma alle ciambelline . è sottinteso che il latte deve essere tiepido per impastare il panetto (avevo dimenticato di scriverlo ), vedrai che bella soddisfazione avrai , ciao e grazie a te

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...