[Posta l’impasto] Il pane rustico al farro e semi di lino di Simone

Ecco un altro “Posta l’impasto”, direttamente dal nostro Simone di Padova.

Un bel pane di farro, fragrante, arricchito dai semi di lino, che con la cottura in forno donano un aroma inconfondibile…

Non vedo l’ora di farci una bella colazione, con un po’ di burro e miele!

Questo e’ il pane preferito di casa mia, in assoluto: e’ gustosissimo e perfetto per la colazione con il miele, ma anche con qualsiasi pietanza (formaggi neanche a dirlo, ma anche le carni), birra e/o vino.
D’estate e’ perfetto per il pane cunzato (se non sbaglio alla siciliana), cioe’ sul piatto con pomodorini basilico, olio, un pizzico di sale e un po’ di acqua, se serve.
I semini di lino e il farro conferiscono una fragranza insuperabile.

Ingredienti:

300 g. di pasta madre rinfrescata
400 g. di farina grano tenero tipo 2
150 g. di farina integrale di farro
1 cucchiaio o due di malto d’orzo
300 g. acqua
un bel po’ di semini di lino (tipo mezzo vasetto di yogurt, anche di piu’), meglio se macinati al momento
2 cucchiaini di sale

Il procedimento e’ sempre il solito: sciogliete in una terrina di vetro la pasta madre con acqua usando mestolo (o le mani), aggiungete sale, malto, i semi di lino, la farina di farro tutta insieme.

Se non avete fretta, lasciate la farina di farro ad assorbire l’acqua un pochino prima di inziare ad aggiungere l’altra.
Quando e’ lavorabile a mano, passate sulla spianatoia di legno e completare l’impasto ottenendo una palla che lasciate riposare, coperta da panno umido e sopra un altro asciutto, il tutto al riparo da correnti d’aria e magari al caldino (non sotto il davanzale d’inverno).
Dopo circa 3-4-5 ore a seconda della temperatura, della forza della madre, della forza delle farine, quando vedete le crepe sulla pagnotta, fate la piegatura (portate gli angoli al centro) e capovolgete. Fate riposare un’oretta, e poi alzatelo con una spatoletta e delicatamente mettetelo sopra la carta da forno e quindi nella teglia che lo accogliera’, poi fate i tagli.
Nel frattempo che si aprono i tagli (15′), scaldate il forno a 200° C, magari con dentro un pentolino di acqua fumante (occhio che i 200° non sono la lucetta del pre-riscaldamento –  procuratevi un termometro da forno). A 200° infornate, dopo 10-15 minuti abbassate e completate la cottura a 180 gradi. In tutto
cuoce in 40-50 minuti.


Annunci

5 risposte a “[Posta l’impasto] Il pane rustico al farro e semi di lino di Simone

  1. Ciao Riccardosono incuriosito da alcuni tuoi suggerimenti quali la lucetta del forno che non indica la reale temperatura quindi immagino mi consigli di far csaldare il forno appena sopra la temperatura prevista, e poi il panno asciutto , va sopra quello umido giusto? grazie 🙂

  2. Ciao,in realtà in quasi tutte le ricette si consiglia di scaldare il forno al massimo che può raggiungere e lasciare 5 minuti a questa temperatura…quindi in questo caso non hai problemi. Dove hai indicazioni diverse o quando si tratta poi di abbassare, diciamo che la valutazione va fatta forno per forno. Ci sono quelli che scaldano di più o in maniera più uniforme, quelli che lo fanno meno…puoi partire dalle temperature che diamo noi e poi adeguarle al tuo forno.Panno asciutto sopra quello umido, giusto.

  3. Confermo! l'ho fatto ed è FANTASTICO. Il quarto giorno è ancora morbido. (L'ho fatto molto grande e noi non mangiamo molto pane, per questo è durato così tanto). Lo sto per rifare oggi 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...