[Posta l’impasto] Il pane in cassetta di Paolo

Oggi una ricetta da oltre oceano: ce la manda il nostro amico e spacciatore fedele Paolo, da Quito (Equador), intitolandola “alla ricerca del pane in cassetta perfetto”. Vista la foto, sembra proprio che ci sia andato vicino….

Ho trovato questa ricetta su una pagina spagnola (madridtienemiga.wordpress.com) e sono più che lieto di condividerla!

Si tratta di un pane cassetta ideale per la colazione a base di pasta madre.
Ingredienti: 
180 g. o ml. (a seconda che sia solida o liquida) di pasta madre rinfrescata
300 g. di farina (se possiede alto contenuto di glutine tipo Manitoba, il pane verrà più gonfio)
140 ml. di latte
35 g. di burro
6 g. di sale

Personalmente non uso l’ autolisi, ma naturalmente siete liberi usare questo metodo. Io metto tutti gli ingredienti in un’insalatiera, fatta eccezione per il burro e inizio ad amalgamare per un paio di minuti il tutto. Poi passo alla spianatoia, aggiungo il burro a temperatura ambiente e impasto per non piú di 5 minuti; aspetto 15 minuti (piú o meno) e reimpasto per 15-30 secondi. Questo processo lo ripeto 3 o 4 volte, fino ad ottenere un impasto con superfice liscia, effetto “culetto da neonato”!
Adesso tocca aspettare…usando solo pasta madre, dovremo tenere presente la temperatura ambiente e l’ attivitá della stessa: in questi giorni, a Quito abbiamo massimo 16-18 gradi di temperatura esterna e quindi la prima lievitazione impiega almeno 5-6 ore.
A questo punto appiattisco (o tolgo il gas) e inizio a dare forma cilindrica in modo che entri in uno stampo di circa 25-30 cm. di lunghezza, cercando di lasciare sul fondo la “chiusura” per motivi estetici; aspetto che raddoppi il volume e metto in forno già caldo.
Sulla pagina originale, consigliano l’ uso di una pietra refrattaria ma secondo me non é indispensabile: potete spruzzare una quantita minima d’ acqua e coprire con carta alluminio per i primi 10 minuti a una temperatura 180-200°C. Trascorso questo periodo togliete la carta alluminio e proseguite la cottura per un’ altra mezzoretta (forse anche eccessivo, visto che l’impasto arriva a pesare sui 700 g.) Raccomando di tener sempre d’ occhio la cottura e, se il pane inizia a diventare troppo scuro, potrete sempre coprire di nuovo con la carta alluminio.
Mi congedo sperando proviate la ricetta e mi diciate come é andata. Buona panificazione da Quito!
Annunci

Una risposta a “[Posta l’impasto] Il pane in cassetta di Paolo

  1. Complimenti Paolo, io faccio spesso un pane per la prima colazione, con farina 0 ma anche miscelando diverse farine tipo farro integrale, segale, kamut e altro, io metto anche 20 g di zucchero di canna integrale e preparo uno starter cinese e questo aiuta l'impasto ad alzarsi. Ho trovato la ricetta nel blog di Sonia ilpastonudo. Ciao Anna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...