Pane integrale con castagne e uvetta

I colori dell’autunno sono le tonalità che dal giallo scuro al marrone bruciato, passando per tutti i rossi, accompagnano le passeggiate nei boschi. Sono colori molto rilassanti, che portano all’introspezione, alla voglia di casa, agli alimenti “coccola”.
Coccola come le castagne, arrostite sul camino (per i più fortunati) o al forno, oppure bollite, morbide e dolci. Le castagne. Un prodotto che nasce povero e che diventa ricco, come spesso accade per tutti i cibi che mangiavano i nostri nonni contadini e che ora sono merce di lusso.
Il castagno, l’albero del pane dove il pane non c’era perchè non era possibile coltivare il grano, dava nutrimento per tutta la stagione invernale, coi frutti essicati e poi macinati in farina.


La farina di castagne, specie se prodotta con attenzione per la qualità (castagne del territorio, essicate nei tecci, macinate a pietra) è un ingrediente molto versatile, perfetto per pasta fresca, torte, frolle e, appunto, pani.
Ma se non avete la farina di castagne perchè magari è ancora presto o non l’avete trovata nel vostro negozio di fiducia, potete benissimo fare una piccola variazione sul tema: un pane integrale con castagne (precedentemente bollite) e uvetta (abbinamento classico e immortale).

Pane integrale con castagne e uvetta
280 gr. di pasta madre rinfrescata 
390 gr. di farina integrale di frumento
250 gr. di acqua 
180 gr. di castagne bollite e tagliate a pezzetti
150 gr. di uvetta
20 gr. di olio extra vergine di oliva
1 cucchiaio abbondante di malto 
6 gr. circa di sale
Sciogliete la pasta madre nell’acqua e aggiungete, nell’ordine, il malto, le castagne, l’uvetta, l’olio, la farina e per ultimo, il sale. Lavorate per bene, prima nella ciotola poi sopra il tagliere, per ottenere un impasto il più possibile omogeneo facendo attenzione che l’uvetta e i pezzetti di castagne siano ben amalgamati all’interno dell’impasto. Fate riposare fino al raddoppio della lievitazione nel forno spento. 
ATTENZIONE: Naturalmente, abbandonando i tepori estivi, anche la nostra pasta madre necessiterà più tempo per completare la lievitazione, poichè come sicuramente già sapete l’attività dei lieviti è dipendente dalla temperatura. Nel mio caso, poichè durante la notte in casa la temperatura scende fino ai 17-18 °C, questo impasto ha lievitato per 9-10 ore.
Completata la lievitazione lavorate di nuovo l’impasto sul tagliere formando una pagnotta, che farete riposare in teglia per un’oretta circa. 
Nel frattempo avrete acceso il forno a 180 °C. Infornate ora il vostro pane integrale con castagne e uvetta e cuocere per circa 30 minuti.

Annunci

3 risposte a “Pane integrale con castagne e uvetta

  1. Buongiorno! Ho in forno dei panini semi integrali che ho fatto usando come base la vs ricetta: ho sostituito uvetta e castagne con del rosmarino e il malto con miele di castagno. Per la lievitazione, ho messo in frigorifero tutta notte, poi un'ora a temperatura ambiente e questa mattina prima di infornare ho tagliato la pagnotta in 10 pezzi. Tra poco li sforno: che buon profumo!!!! Grazie mille.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...