[Posta l’impasto] La schiacciata con l’olio bono di Mirco

Tra un pane e l’altro, ora che il forno va a pieno regime e scalda le nostre case, perchè non preparare anche una bella schiacciata? Pochi ingredienti, ma che siano di qualità ottima, mi raccomando!
Per un risultato pieno di gusto e da addentare con soddisfazione…
Non c’è paragone con le schiacciate stantie, unte e gommose che si trovano spesso in alcuni fornai.
Ecco la ricetta del nostro amico toscano Mirco….non fa venire anche a voi l’acquolina in bocca?

Ieri mattina dovevo fare il pane ma deciso per motivi piuttosto vaghi di fare la classica schiacciata all’olio che si trova a Firenze o tra le colline del Chianti. Da sempre la compro dal fornaio ma adesso.. con la pasta madre… altro mangiare! La sfida era sentire oltre al sapore dell’olio buono anche il sapore dell’impasto, cosa che è difficile trovare in giro nei negozi.
Ecco la cronistoria della schiacciata:

Ingredienti:

– 600 gr di farina biologica tipo 1 biologica macinata a pietra
– 300 gr di acqua tiepida (presa dal fontanello pubblico)
– 450 gr di pasta madre rinfrescata la sera precedente
– 80 gr di olio extra vergine biologico

– un cucchiaino di sale
Ho usato una madre rinfrescata la sera precedente e che aveva finito la lievitazione in mattinata. Verso le 11 ho preparato l’impasto sciogliendo in una capiente insalatiera 300 gr di acqua, 80 gr di olio extra vergine di oliva (biologico e prodotto in famiglia), 450 gr di pasta madre, un cucchiaino di sale fino e 300 gr di farina… quella che uso sempre (tipo 1 biologica macinata a pietra). Ho lavorato con un mestolo fino a che non si è amalgamato il tutto e poi ho steso sulla spianatoia altri 300 gr di farina su cui ho versato l’impasto preparato (piuttosto fluido, al limite della lavorabilità). Ho impastato per circa 10 minuti fino ad ottenere un impasto bello omogeneo ed elastico. Ho lasciato la palla di pasta a lievitare in frigo dentro un insalatiera ben coperta per circa 8 ore. Mentre lei lievitava io lavoravo. Una volta tornato a casa l’ho tolta dal frigo e ho diviso l’impasto in due parti, ho rimaneggiato un po facendo una decina di “pieghe” ciascuna e ho messo il tutto nel forno spento con la luce accesa per circa 2 ore. In forno, la seconda lievitazione è stata evidente e siamo arrivati al famoso raddoppio…Nel frattempo cenato, quasi senza pane perché stava finendo e dopo il caffè ho tolto le palle di pasta dal forno e con le mani pian piano le ho spianate dandogli la forma finale della schiacciata, ho passato un giro di olio e di sale su ciascuna e ho infornato a 225°C per circa 25/30 minuti.
La schiacciata è venuta buona! … e ve la dovevo far vedere! Come speravo la farina e la pasta madre hanno dato il loro contibuto!
Annunci

4 risposte a “[Posta l’impasto] La schiacciata con l’olio bono di Mirco

  1. Sono 10 anni che passo le mie estati in Toscana e di schiacciata ne ho mangiata parecchia, quanto e' bona! E l' olio ? Mmmmm…Grazie per la ricetta, spero di farla presto!

  2. una domanda anzi due: perché cosi tante ore in frigo a lievitare?si potrebbe in alternativa lasciare l'impasto per 3 ore ad esempio nel forno tiepido?e poi, quando aggiungi olio e sale, quest'utlimo è quello fino?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...