Un libro di pane! (recensione e gruppo d’acquisto)

Cari amici, oggi voglio parlarvi di un libro sul pane un po’ particolare. Particolare perchè è il primo libro che ho trovato, dopo una lunga ricerca, che tratta in maniera approfondita, professionale e tecnica gli aspetti e le tecniche di panificazione con pasta madre.
Insomma, è un testo che approfondisce tutte i nostri dubbi più specifici (che a volte nemmeno i nostri amici panificatori riescono a chiarire) partendo dall’analisi dei lavori dei grandi teorici della panificazione (Giorilli, Trapattoni, Quaglia, Busnelli-Solari e i metodi francesi) rendendo però i concetti chiari e fruibili anche a chi si avvicina al pane fatto in casa con lievito madre per la prima volta.
Il libro è molto completo, è di circa 200 pagine, e, sperando che si riesca a leggere qualcosa, vi allego qui sotto la foto dell’indice generale del libro per farvi rendere conto dei temi trattati.

Detto questo devo dire che grazie a questo libro ho capito come risollevare un lievito madre troppo acido, ho capito come funziona veramente l’autolisi e come districarsi nei primi dolci lievitati.
E’ un libro che consiglio a tutti quelli che non si accontentano di leggere e replicare una ricetta ma che prima di tutto voglio capire il funzionamento del procedimento “lievitazione+cottura” per poi adattare i concetti ai propri esperimenti quotidiani.
Unica pecca: finora il libro non è distribuito nei soliti circuiti librari ma viene prodotto (autoprodotto e stampato in casa) direttamente dall’autore, Claudio Antonio Rossi (che tra l’altro è un panificatore biologico lombardo).
La Comunità del Cibo Pasta Madre viene però incontro a tutti i suoi amici, simpatizzanti, spacciatori e ha accordato con l’autore una specie di convenzione-gruppo d’acquisto: in pratica tutti coloro che contatteranno l’autore (qui in calce tutti i contatti) per acquistare il libro dicendo di averne letto nel sito della Comunità del Cibo potranno usufruire di un prezzo scontato di 25 € (20 € libro + 5 € spese di spedizione).

Ecco di seguito i contatti di Claudio:
Claudio Antonio Rossi
mail: ordini@aromabiodolceria.it
specificare nell’oggetto della mail: ACQUISTO LIBRO DA COMUNITA’ DEL CIBO PASTA MADRE

Annunci

11 risposte a “Un libro di pane! (recensione e gruppo d’acquisto)

  1. Sembrerebbe interessante. Però, anche se non vorrei fare la parte di quella con il 'braccino corto', mi sembra un po' caro? Perchè non gli suggerite di venderlo in rete come download. Ridurrebbe i costi e probabilmente raggiungerebbe un pubblico molto più ampio.

  2. @Felix: grazie per l'apprezzamento!@alex: hai ragione, non sai quante volte l'ho fatto notare discutendo amamibilmente con l'autore-amico-panificatore. Il motivo del prezzo è essenzialmente dovuto però alle economie di scale e alle condizioni di stampa e rilegatura. Insomma, finchè l'autore non trova un editore deve continuare a stamparlo in casa e rilegarlo da sè, a mano. Condivido l'idea della vendita in rete come ebook, glielo proporrò sicuramente, ma immagino che ci vorrà tempo… 🙂 Grazie comunque molte per il commento.

  3. Anche io sono molto interessata ad acquistarlo,sembra davvero un buon libro!Per me ora, purtroppo, il prezzo è un po caro..mi piacerebbe tanto averlo, ma dovrò aspettare qualche sconticino in più 😛

  4. ciaodeve essere davvero interessante…io ormai sono quasi 3 anni che uso il lievito madre e dopo qualche intoppo iniziale il mio lievito è vivente da più di due annii maestri citati ne conosco alcuni di cui ho comprato le pubblicazioni più conosciute, e anche se ho decine di libri sul pane penso che comprerò volentieri questo..

  5. Ciao Riccardo,il libro è arrivato giusto giusto oggi… A breve i commenti!PS Ieri sono stata in una pizzeria che usava solo lievito madre e mi è venuta un'idea: avete mai pensato di provare a (re)censire panifici e locali in cui usano la pasta madre? Su segnalazione, un po' come per gli spacciatori…

  6. @Francesca: bene, sono contento, fammi sapere che ne pensi!Per il progetto di mappatura locali/panifici che lavorano con pasta madre, devo dirti che è un bel po' di tempo che ci penso. La differenza sostanziale però rispetto alla fortunata mappatura degli "spacciatori" è che mentre nello spaccio entra il gioco soltanto un rapporto umano che si conclude nel donare gratuitamente un po' di pasta madre, nell'altro caso entra in gioco un discorso anche economico (nel senso che presumibilmente una segnalazione qui può favorire o meno un punto vendita) e per questo motivo devo riuscire a trovare il modo di rendere questa mappatura la più democratica, sicura e imparziale possibile.Idee?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...