Posta l’Impasto!

Cari amici, vi presento questo nuovo progetto della nostra Comunità del Cibo: Posta l’impasto!
Sei uno “spacciatore di pasta madre” e hai realizzato il pane del secolo? Il glutine e la lievitazione non hanno più segreti per te?
Vuoi condividere la tua creazione con gli altri membri della Comunità?
Ecco qui, per tutti gli amici e simpatizzanti, blogger o meno, finalmente uno spazio per i vostri pani.

Periodicamente pubblicherò su questo sito una ricetta inviatami da uno spacciatore, naturalmente con nome e foto del pane!

Unici requisiti: che la ricetta preveda l’utilizzo della sola pasta madre e che non sia già stata pubblicata in altri blog/siti web.
Verranno ovviamente preferite le ricette che hanno tra gli ingredienti prodotti biologici, locali, integrali e a filiera corta. Anticipo giù che la scelta della ricetta (e le tempistiche di inserimento) sono a mio insindacabile 🙂 giudizio, quindi niente lamentele, please.

Come fare? mandate una mail a: info@pastamadre.net con:
– il vostro nome
– il titolo della ricetta
– due righe di presentazione della ricetta
– gli ingredienti e il procedimento
– una foto (possibilmente carina) del pane ottenuto

Siete pronti?

Annunci

41 risposte a “Posta l’Impasto!

  1. Grazie a tutti, aspetto con ansia i vostri contributi!!!@Mary: grazie per il messaggio…aspetto la tua ricetta. Poi approfitterò del vostro freschino per venire a mangiare una bella pizza (o forse anche di più): mi organizzo e ti dico, ok?

  2. Salve a tutti,mi chiamo Alberto e circa 15 giorni e' nato il mio lievito madre,un lievito molto attivo che al secondo tentativo e' venuto alla luce con tutto il suo splendore.Io ho usato il metodo sorelle Simili.Ieri ho provato la pizza per la prima volta .L'unico problema che ho incontrato e' stato quello dell'ultima lievitazione sulla teglia che non ha dato il risultato sperato.la mia pizza e' venuta bassa e dura.Eppure la parte inferiore della pizza portava i classici segni della lievitazione.Non riesco a capire dove e' l'errore.

  3. La mia prima preparazione di pasta madre con uso di farina senza glutine.Per la farina ho usato la farina bio a marchio Coop, rigorosamente senza glutine.Ingredienti:100 gr. farina sg Coop;100 gr. amido di mais;150 cl acqua temperata (un bicchiere colmo);20 gr. miele biologico millefiori (la presa di un prendimiele grande);20 gr. olio evo da olive taggiasche (un cucchiaio abbondante);Preparazione:in una zuppiera di vetro, versare la farina sg, l'amido di mais e l'acqua temperata ad almeno 30°.una volta diluito il composto e sciolto i grumi, versare a filo l'olio evo ed amalgamare.Successivamente far colare il miele continuando ad amalgamare fino a quando il composto comincia a scurirsi leggermente per effetto dell'olio e del miele stesso.Versare immediatamente in un vasetto di vetro avendo ben cura di eliminare l'aria presente (battere il vasetto sul tavolo per alcune volte).Coprire il vasetto con una pellicola trasparente bucherellando la superficie con uno stuzzicadenti.Riporre il vasetto in un luogo asciutto e poco illuminato, lontano da fonti calore dirette.Lasciare riposare l'impasto per tre giorni senza aggiungere nulla ma controllando la formazione di piccole bolle laterali e una specie di raggrinzimento sulla superficie della pasta madre.Nota: a seconda della temperatura interna del locale e della qualità del miele, il grado di raggiungimento ottimale della pasta madre, può avvenire anche al quarto o al quinto giorno.

  4. Questo l'impasto che faccio sempre per il lievito madre:Impasta 200 g farina + 90 g acqua + 1 cucchiaio olio + 1 cucchiaio di miele.L’impasto deve essere sodo, poi metterlo in una tazza coperta da un piatto e lascia riposare 2 giorni, riponendolo in un luogo tiepido.Se dopo i due giorni la pasta dà segni di vita (cioè è un po’ cresciuta), è OK.A questo punto vanno corretti la consistenza moscia e l’odore acre, facendo per una settimana una manipolazione al giorno, detta “rinfresco”, cioè bisogna aggiungere alla massa lo stesso peso di farina e circa la metà di acqua (per non ritrovarsi alla fine della settimana con una massa enorme, prima del “rinfresco” la massa va ridotta di molto, prendendone giusto un pezzetto e aggiungendo farina uguale al peso di quel pezzetto + la metà di acqua).Finita la settimana, ecco il lievito naturale, che dura parecchio tempo se tenuto in frigo e “rinfrescato” ogni 4-5 giorni.Se con questo lievito si vogliono realizzare pane, focacce, ecc., bisogna considerare che su mezzo chilo di farina, vanno aggiunti 120 g. di lievito naturale. La lievitazione sarà più lenta, ma il risultato è eccezionale.Un'amica mi ha appena suggerito questo accorgimento: se so che non userò il lievito per un po' di tempo, meglio surgelarlo, quindi quando serve scongelarlo due giorni prima e rinfrescarlo per due giorni.

  5. Da moltissimo tempo seguo i progressi della Comunità, ricevendo quasi quotidianamente le ricette "pubblicate". La mia pasta madre ha compiuto l'anno e mezzo e gode di buona salute. Ho già realizzato molte ricette ma non mi sono mai sentito all'altezza dei risultati pubblicati, sebbene qualcosa di importante l'ho realizzato. Il mio problema è che non sempre i risultati sono completamente soddisfacenti, spesso noto una eccessiva acidità nel pane e non riesco ad individuarne la causa. Mi potete aiutare? GRAZIE. LELLO da Genova

  6. Ciao,grazie dei complimenti. Aspettiamo cmq qualche tua ricetta!L'acidità può dipendere da: acidità di partenza della madre, temperatura alta e lievitazione troppo lunga, farina molto integrale utilizzata…Prova magari a fare dei rinfreschi ravvicinati per rendere la madre meno acida e più vitale. Facci sapere!

  7. Sì, FANTASTICO, GRAZIE MILLE è quello che ci voleva!Però vorrei sapere poi se con questa pasta ti è venuto un pane decente…Perchè il pane senza glutine non è che sia così facile.Posti anche la ricetta del pane che si abbina a questa pasta?Te ne sarei molto grato!Lorenzo

  8. Ciao Ragazzicomplimenti per il Blog veramente fatto bene.Io mi diletto con il lievito madre da poco e con ottimi risultati dicono gli altri, amo la cucina in genere e i sapori di una volta vivendo in Veneto avevo nostalgia del mio pane cafone ed oggi lo produco per la gioia del mio palato.Vi ho aggiunto ai blog che seguo volentieri, e se avete tempo passate a trovarmi.Saluti Guerino

  9. mi sono apppena registrato, ma è da anni che uso la pasta madre, per primo per il pane poi focacce ma in assoluto penso che quello che apprezzano i miei amici è la pizza, chiedevo se potevo pubblicare la ricetta grazie

  10. Salve, siamo due piccoli neonati spacciatori di pasta madre, ma da un po' lavoriamo con questo ingrediente fantastico.volevamo mandarvi le nostre ricettine (una per i cracker ed una per il pane in cassetta) però… le abbiamo già pubblicate sul nostro blog (www.ilsoffiodizefiro.wordpress.com ! )non possiamo rimandarvele, giusto?

  11. Ciao, mi sono iscritta da poco come spacciatrice… Io sono una food blogger, ho un blog ove pubblico tutte le ricette, quindi non posso mandarvele, ho capito giusto? Valgono solo ricette inedite, anche se il blog è il mio???

  12. Ciao,in effetti di preferenza le ricette che pubblichiamo sono inedite. Ma se per caso hai fatto qualche ricetta particolarmente riuscita che ti va di condividere con il resto del mondo, mandacela pure, con le foto. grazie!

  13. scusate ma se uno deve andare in vacanza un mese cosa succede alla pasta madre?????io devo iniziare da zero, ma nel dubbio poi di non riuscire a rinfrescare nel momento giusto per adesso non ci ho provato…

  14. aggiungerei che la madre potrebbe aver superato il punto di lievitazione ottimale….alzando la propria acidità….e che le farine integrali a volte sono semplici farine 0 con aggiunta di crusca preseparata…..nn proprio il massimo……come soluzione consiglierei l utilizzo di pasta madre ravvivata e nutrita da nn piu di 10/12 ore al massimo…..e laggiunta nelle ultime rinfrescate alla madre e all impasto finale di melassa di malto d orzo(no in polvere) o in alternativa di melata,un ottimo miele…..economico e dalle molte virtu.grandi mi piace il blog ….vi seguirò

  15. Ciao a tutti,da poco meno di un mese ho scoperto questo fantastico sito e, grazie ad una spacciatrice Mariateresa che ringrazio per la disponibilita' e per i consigli, ho cominciato a panificare con una certa soddisfazione.Durante i rinfreschi(piu'o meno una volta si e una no) aggiungo una "puntina"di miele,faccio bene?Aspetto una ricetta per dei panini morbidi da poter scongelare ogni mattina per le merenda di mio figlio a scuola.Grazie!

  16. Ciiiaaoo! ma che blog meraviglioso, sono proprio felice di avervi scovatoMi hanno regalato la PM e ora con tutte le vostre informazioni/ricette le miepreparazioni miglioreranno di sicuroSpero presto di postare qualcosina anch'io ma per ora vi copio e vi copio e vi copio……un abbraccio Maddalena

  17. CIAO!HO TROVATO IL VOSTRO INDIRIZZO SFOGLIANDO UNA RIVISTA MENSILE…..SONO FELICISSIMA, E' DA TEMPO CHE PROVO A FARE IL PANE IN CASA A VOLTE MI RIESCE MERAVIGLIOSAMANTE ALTRE E' DAVVERO UNA SCHIFEZZA!!!VOLEVO QUALCUNO CON CUI CONDIVIDERE QUESTE ESPERIENZE …ORA CHE VI HO TROVATO NN VI LASCIO PIU'!!

  18. Ciao, Ricardo!Sono Emerson da Silva, abito in Canada, città di Montreal, provincia di Quebec, e sono d'origine brasiliana. In Canada, ho avuto parecchie sperienze profesionale: giornalista nella stampa scritta, radiale e televisiva, sottotitulatore dei films di TV5 per Brasile, traduttore, interprete, direttore de comunicazione di una impresa de tecnologia della educazione, direttore di produzione. Parlo, scrivo, traduco, interpreto portoghese, spagnolo, francese, inglese, catalano; riesco a parlare, diccono, abbastanza bene l'italiano, eppure non ho mai vissuto in Italia. Ci sono stato qualche volta, ma mai piu d'una settimana. Sono collaboratore dei registi Isaac Isitan e Carole Poliquin, quella che ha fatto HOMO TOXICUS, un bello documentale sui veleni cotidiani della vita attuale nei paesi detti "sviluppati".http://www.youtube.com/watch?v=xt2G81hMoJAhttp://www.youtube.com/watch?v=UTpwRnmDf_YHo veramente bisogno d'imparare a parlare italiano. Cioè, voglio parlare con la stessa naturalità che si fa presente quando parlo francese, spagnolo o portoghese. Credo che no sarà così difficile per me, amante da molto tempo delle belle contribuzione italiane alla civiltà: Gramsci, Moravia, Pasolini, Bertolucci, Franco Battiato, Dalla, Roversi, Giuni Ruso, Dino Buzzati, Elsa Morante, Felini, Comencini…Si vi scrivo adesso è per proporre la mía collaborazione volontaria dal 29 giunio al 8 luglio. Perchè dal 9 al 23, sarò in Torre Superiore, un ecovillagio vicino Ventimiglia. Posso far qualsiasi lavoro per il collettivo e non voglio ricevere nientaltro che un aiuto per che io possa parlare italiano senza sbagliarmi troppo. Voglio essere corretto. Posso anche comprare il mio cibo vegetariano per non essere pesante per il collettivo. Prendo l'aereo per Lyon, Francia, il prossimo mercoledí.Nel mío mondo ideale, partirei verso Italia il giorno 29 per esse già immerso nella lingua italiana prima d'arrivare a Torre Superiore. Sarei molto felice in potere collaborare con Pasta Madre, comunità del cibo. Oppure conoscete una cooperativa, una famiglia di contadini coscienti che sarebbe felice di avvere un operaio agricola voluntario per 8 giorni… Debo ancora dire que sono un amico e collaboratore del popolo Sateré-Mawé, comunità del cibo del guaraná, in Amazonia brasiliana. Vi ringrazio per la vostra atenzione,amicizia e solidarietàemerson in skype sono emersonxavier1 emersonxavierster@gmail.com

  19. Ciao "Comunity" dopo vari tentativi siamo riusciti ad iniziare a domare il VERO PANE TOSCANO CON SOLO PASTA MADRE (o almeno così ci sembra ),Abbiamo pubblicato tutto sul nostro sito http://www.panetoscano.tk Sarebbero graditi consigli suggerimenti critiche ecc ecc.Un salutone Brancicatori di Farina

  20. Ciao, sono una super-neofita che ha ricevuto la pasta madre da poco, e sta ancora imparando a gestirla… Mi devo documentare perchè è meravigliosa!! Ma quando vado in vacanza come faccio?Manu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...