Ancora Pasta Madre Day: un breve resoconto!

Mi hanno chiesto di scrivere un piccolissimo resoconto sul nostro Terra Madre Day…ne approfitto per pubblicarlo anche qui!

Il nostro Pasta Madre Day è cominciato qualche giorno prima del 10 dicembre, quando i membri della Comunità del Cibo hanno rinfrescato la propria pasta madre e cominciato a produrre impasti di diverso tipo e varie dimensioni. E’ stata una magia ricreare in casa un piccolo forno, rivivere quelle atmosfere casalinghe di decenni fa, quando il pane doveva essere l’alimento principale dell’alimentazione di tutta la famiglia numerosa e doveva bastare per tutta la settimana. E’ stato impegnativo incastrare questa panificazione di quantità nelle giornate lavorative, segno che sotto sotto nei nostri ritmi qualcosa che non va c’è. Purtroppo.

Caricati i pani e, in ciotole di fortuna, diversi kg di pasta madre da regalare, si è raggiunto il Caffe’ de la Paix, locale nel centro storico di Bologna che unisce un bar-ristoro con prodotti biologici a un piccolo negozio di alimentari di qualità.

L’aperitivo, aperto a tutti gli avventori del locale e gratuito, consisteva in diversi assaggi di pane fatto in casa con Pasta Madre (ai semi misti, al musli, di farro, di grano duro senatore cappelli…oltre a simpatici crackerini di pasta madre e un faticossisimo panettone) abbinato a diverse salse, ragù e confetture, tutte provenienti da Comunità del Cibo dell’Emilia Romagna, tutte presenti a Terra Madre.
Da segnalare il Ragù di carne di Vacca Bianca Modenese dell’Agriturismo Tizzano, di Monte Ombraro (Mo), la confettura di prugna Zucchella di Lentigione, la mostarda di mele antiche del produttore Leoni, che fa parte della fantastica schiera dei produttori di Terra Madre della Condotta di Reggio Emilia. I visitatori erano contenti e molti i complimenti sui pani: complimenti che, naturalmente, ci fanno più che piacere, vista la loro natura più che artigianale e casalinga.

In un angolo, un piccolo banchetto della Comunità del Cibo Pasta Madre regalava piccoli scrigni (di cartoncino biodegradabile al 98%) contenente la propria pasta madre, con un piccolo depliant informativo e una semplice ricetta per realizzare il proprio primo pane casalingo. Era questo il cuore del nostro evento: un piccolo momento di anarchica guerriglia verso la coltura del pane “tutto-e-subito”, del pane che rimane fresco per poche ore (per poi sostare per nottate insonni nei nostri stomaci), delle intolleranze al frumento e al lievito sempre più frequenti, del pane in atmosfera modificata, cosparso di alcol e riempito di conservanti per rendere il più “morto” possibile. Il nostro “spaccio” è stato divertente, è stato bello chiacchierare con nuovi amici: giovani, single, coppie, donne incinta. Speriamo che la pasta madre regalata possa far felice altre famiglie oltre le nostre.

Annunci

Una risposta a “Ancora Pasta Madre Day: un breve resoconto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...